Pensare come un bambino, potrebbe cambiarti la vita!

In qualche modo, la nostra società sembra non porre particolare attenzione all’età dell’infanzia.
Spesso diciamo ai bambini di smettere di comportarsi come tali e di crescere.
Perfino la parola “infantile” assume un significato negativo.

Banalmente ad un certo punto della nostra vita, smettiamo di comportarci come bambini e ci comportiamo come persone “mature“:
mettiamo da parte tutti i nostri giocattoli e smettiamo di giocare, per assumerci responsabilità più grandi.

Ma crescendo, rischiamo di abbandonare più di quanto dovremmo.

E’ proprio vero, i bambini vedono il mondo in modi che noi adulti abbiamo dimenticato o non vogliamo vedere.


I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.

Antoine de Saint-Exupéry

Quando sei molto giovane, usi la tua mente in modi creativi ed è per questo che c’è molto potenziale nascosto nel pensare come un bambino.

La buona notizia è che l’immaginazione e la creatività infantili riposano ancora dentro di te, non importa quanti anni hai.

Il semplice pensiero di quando eri un bambino ti riporterà in quella mentalità.

E quando attingi al tuo bambino interiore, spesso puoi migliorare la tua vita.

1. L’immaginazione e il gioco stimolano la creatività

I bambini sono infinitamente creativi.
Quando i bambini giocano, possono trasformare una scatola in un fortino, un’automobile, una casa o qualsiasi cosa. Tutto questo è frutto del potere dell’immaginazione.

Quando sei un bambino, la tua immaginazione è sfrenata. Il bambino è libero di andare ovunque. Mentre tutto cambia quando diventi adulto.

Quando invecchi, inizi a restringere il tuo pensiero a causa dell’ingresso nel “mondo reale“. Non fletti molto spesso il tuo muscolo dell’immaginazione.

Alcuni anni fa dei ricercatori della North Dakota State University hanno chiesto a due gruppi di studenti universitari cosa avrebbero fatto con un giorno libero, hanno indotto un gruppo a pensare prima come un bambino di sette anni.

Hanno fatto questo esperimento con centinaia di studenti e i risultati sono stati coerenti. I gruppi a cui è stato detto di pensare come un bambino hanno regolarmente fornito risposte migliori e più creative.

Il risultato è chiaro: se vuoi essere più creativo, pensa come un bambino.

2. Ti apri a più possibilità

I bambini non pensano in termini di limiti.

Quando eri un bambino, pensavi in grande! quanti di voi ha immaginato di poter essere un astronauta o il presidente della Repubblica. Non hai pensato al mondo come a un luogo pieno di ostacoli infiniti.

Da qualche parte lungo la strada, hai smesso di credere. Hai smesso di pensare che le cose fossero possibili e invece ti sei auto-convinto che le cose non si potessero fare.

Credere in se stessi è fondamentale. Se vuoi raggiungere i tuoi sogni più sfrenati, devi fortemente credere che puoi realizzarli!

Riacquista questa possibilità. Pensa che sia possibile, non impossibile!

3. I bambini non prendono la vita così seriamente

Quando sei un bambino, la tua vita è spensierata. Non hai i doveri e le responsabilità che ha l’adulto medio.

Crescere significa pensare al futuro. Significa preoccuparsi di pagare le bollette e di tutte le tue responsabilità sul lavoro.

Con tutte queste responsabilità arriva inevitabilmente lo stress.

Pensare di nuovo come un bambino è un ottimo modo per rilassarsi dalle responsabilità della vita. Quando puoi attingere al tuo bambino interiore, puoi riempire di nuovo la tua vita di divertimento spensierato senza preoccupazioni o preoccupazioni.

Alla fine, dovrai tornare ad essere di nuovo un adulto, ma prendersi del tempo per essere un po’ infantile può darti il ​​divertimento e il sollievo di cui hai tanto bisogno.

4. Interazioni naturali

I bambini spesso usano il gioco come un modo per fare amicizia e creare legami. Gli adulti possono imparare molto da questo.

Molti luoghi di lavoro hanno già imparato l’importanza del gioco per rapporti di lavoro produttivi. Alcuni incoraggiano lezioni di arte e yoga o offrono giochi come calcio e ping pong.

Sanno che giocando insieme creano legami che rendono il lavoro molto più produttivo. Non solo, ma porta a una maggiore soddisfazione sul lavoro e una gratificazione morale.

Lo stesso vale per le relazioni lunghe e sane. Attraverso un gioco divertente e regolare, possiamo imparare a fidarci l’uno dell’altro.

5. Inibizioni ridotte

Hai mai visto un bambino cantare o ballare in pubblico? Sembra che non gli importi chi sta guardando o cosa pensano gli altri di lui.

I bambini hanno un’enorme capacità di essere disinibiti. Invecchiando, erigiamo barriere. Ci limitiamo a determinati comportamenti e ci preoccupiamo molto di più di ciò che pensano gli altri.

Quando mettiamo in atto queste barriere, diventiamo più limitati. Non ci diamo la libertà di essere chi siamo o di fare ciò che vogliamo.

Gli scienziati hanno scoperto di recente che quando i musicisti jazz improvvisano, spengono un’area del loro cervello legata all’autocensura e all’inibizione. In altre parole, per fare musica migliore, spengono le inibizioni della loro mente pensando come bambini.

Pensando come un bambino, puoi riconquistare di nuovo quella libertà.